-Dear 2018…

Questa è la prima volta che decido di mettermi seduta a scrivere dei propositi, che già anticipo non saranno tanti, poichè preferisco per gran parte delle questioni della mia vita il detto: “pochi ma buoni”.

In ogni caso mai come quest’anno ho deciso di dare un ordine alla mia vita, delle linee guida che vorrei seguire, e ho cominciato dalla lettura: un po’ per lo studio, un po’ per mancanza di tempo in generale, un po’ perchè sono lenta e centellino i libri che leggo, ho letto davvero poco.

Ed è per questo motivo che ho deciso di riservare alla categoria lettura ben tre propositi:

  • Leggere almeno due libri al mese
  • Esplorare nuovi autori
  • Comprare meno e smaltire i libri già in mio possesso (massimo un libro al mese da acquistare, regali esclusi!)

Considerate che a Natale ho ricevuto solo un libro (il nuovo King, che leggerò presto una volta finito De Giovanni, che è stato un autoregalo per inaugurare il secondo proposito) e ho richiesto esplicitamente di non riceverne altri.

Inoltre vorrei sfruttare di più la lettura digitale su kindle, poichè mi sono resa conto, mentre leggevo It, che mi rende l’esperienza di lettrice molto più semplice, specialmente quando ho a che fare con tomi di 1000 e passa pagine.

Successivamente ho pensato ai film, altro tassello fondamentale della mia vita, qualcosa di cui non riesco a fare a meno anche se ci provassi con tutte le forze. Per l’ambito cinematografico ho deciso di segnare un solo proposito: esplorare. Un po’ come per i libri, ci sono film classici italiani e non, o semisconosciuti, che non sono mai riuscita a vedere, e credo che il 2018 sarà l’anno giusto.

Diciamo che la parola d’ordine per questo nuovo anno è: “buttarsi”, che sia un libro, un film, un viaggio, una esperienza. A volte mi capita di pensare troppo (cosa che di per sè non è un male), e vorrei imparare ad affinare questa capacità in modo tale che non mi saboti precludendomi delle belle scoperte!

Inoltre vorrei dedicarmi anche di più al blog, che oltre ad essere un modo per parlare di ciò che amo nel modo che più mi piace, è anche una sorta di diario dove fisso idee, pensieri e me stessa in tutti i frammenti che mi appartengono.

Un altro proposito riguardo quello che vorrei nella mia vita è “viverla appieno e secondo la mia essenza” che per me credetemi non è scontato.

In fondo quello che ho sempre dedotto da letture, film ed esperienze in generale, è solo una maggiore consapevolezza di quanto la vita sia complessa e semplice allo stesso tempo, dipende dal punto di vista di chi guarda: io non la definirei difficile, ma semplicemente un vortice di cambiamenti e sorprese, tutto sta nell’osservare il bicchiere mezzo pieno e guardare sempre al positivo che ci è stato dato, vivendo secondo la nostra natura.

Mi rendo conto che non è semplice vedere sempre le cose con colori pastello, nè ve lo sto chiedendo, vi dico solo di non valutare la vostra vita in base al buio, ma ricordarvi anche la luce, o di accenderla se ne abbiate bisogno, come diceva il buon vecchio Albus Silente.

Sappiate che come al solito nessuno di noi è davvero solo e che se anche non vi conosco vi auguro un buon anno dal profondo del cuore, senza finzione o buonismo di sorta.

E vorrei che mi diceste anche voi se avete pensato a dei propositi, e se vi va di condividere con me quali siano: magari ci diamo spunti a vicenda.

A presto,

Anna Elisa

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s